Il piano editoriale per i social media e il blog

Il piano editoriale per i social media e il blog è uno strumento di marketing e di personal branding fondamentale per le aziende e i liberi professionisti che desiderano aumentare la loro visibilità online incrementando il numero di visite e il tasso di conversione del sito, e al tempo stesso migliorare la loro reputazione sul Web e sui social con dei contenuti interessanti e coinvolgenti.

Se nell’articolo “Creare un piano editoriale in chiave SEO” mi sono concentrata sulla pianificazione di contenuti orientati al miglioramento del posizionamento organico del blog, qui ti darò alcuni consigli utili a imbastire un piano editoriale in poche ore (sì, anche se non sei un mago della comunicazione!). Naturalmente questa operazione è possibile solo se hai già concluso i primi 5 step di analisi preliminare descritti nel mio precedente articolo, ovvero la raccolta delle informazioni di base sull’azienda o l’attività da promuovere, la definizione degli obiettivi di marketing e del pubblico a cui vuoi rivolgerti, e infine l’analisi SEO del tuo sito e dei competitor.

Seguendo il metodo che descriverò qui sotto, sono riuscita a impostare un piano editoriale per social media e blog in sole 3 ore, definendo la strategia di comunicazione da seguire nel corso dell’anno e gli argomenti principali da trattare.

Pianificare con cura il tuo piano editoriale ti permetterà di produrre dei contenuti coerenti con gli obiettivi di business e di marketing che ti sei prefissato, e funzionali al loro raggiungimento. Non solo: avendo una traccia dei temi da trattare ogni mese, la scrittura di ogni post sarà molto più facile e veloce.

Vediamo ora come preparare un piano editoriale che include:

  1. Definizione della frequenza di pubblicazione;
  2. Scelta dei titoli degli articoli di blog e ricerca keyword pertinenti;
  3. Definizione dei temi generali per i social post;
  4. Impostazione del calendario editoriale social e blog;
  5. Selezione dei contenuti specifici per i post social del primo mese.
Piano editoriale per social media e blog

Frequenza di pubblicazione su blog e piattaforme social

In questo primo step dovrai stabilire in anticipo il numero di articoli e post da pubblicare ogni mese, sulla base delle risorse a disposizione: tempo, materiali di comunicazione già pronti da condividere (blog post, video aziendali, infografiche, ecc.), eventuale presenza di supporto esterno per la scrittura/pubblicazione, ecc. Il mio consiglio è sempre quello di partire con poche uscite, perché la stesura di contenuti curati richiede tempo ed energia mentale. Meglio un articolo al mese, ma scritto bene, che quattro zeppi di errori e imprecisioni.

Scelta dei titoli per il blog

Ora prendi un foglio bianco, e inizia a scrivere a penna – stimolerà la creatività – una lista degli argomenti generici da trattare all’interno del blog. Nel mio caso, ad esempio, alcuni dei macro-temi che ho appuntato erano: SEO, user experience, landing page, newsletter, pubblicità.

Ora prova a dividere i temi che hai individuato in diversi sotto-insiemi per identificare i singoli argomentiappartenenti a ciascun gruppo: nel mio caso, ho diviso la voce pubblicità in due sotto-categorie (pubblicità online e offline) e così via per il resto dei topic. In questa fase puoi prendere spunto da altri blog e fare una ricerca inerente alle keyword più utilizzate (trovi maggiori spiegazioni nel mio articolo “Creare un piano editoriale in chiave SEO”) per arricchire la tua lista.

Ora seleziona gli argomenti che ti piacciono di più, in base al numero di articoli complessivi che hai deciso di pubblicare durante l’anno, e appunta dei titoli provvisori per ogni blog post in un documento Excel. Torna alla lista di keyword che avevi identificato e copia quelle più pertinenti nel documento, accanto ai titoli corrispondenti. Ti accorgerai che non per tutti i temi esistono query di ricerca specifiche. Non preoccuparti, la SEO è importante, ma non è l’unico aspetto che conta in un piano editoriale!

Ricerca dei temi per i canali social

In questa fase non dovrai decidere l’argomento specifico di ogni singolo post, ma delineare i temi generali e i materiali già pronti all’uso (interni o esterni) utili al tuo piano editoriale social. Poiché i link provenienti dai social network sono un ottimo strumento per aumentare il traffico verso il tuo sito web, cerca di mantenere un certo equilibrio tra i contenuti auto-prodotti e quelli invece proposti da altri siti.

Nel mio caso, ad esempio, ho definito un totale di 12 post al mese, in accordo con la frequenza di pubblicazione che avevo prestabilito:

  • Due rubriche mensili a tema fisso per un totale di 3 post/mese;
  • 1 post/mese sui progetti realizzati per i miei clienti;
  • 2 post/mese su contenuti scritti da me per blog esterni;
  • 2 post/mese sull’articolo del mese pubblicato all’interno del mio sito;
  • 4 post/mese su contenuti e notizie esterne (novità di settore, casi di successo, articoli).

Una volta scelta la linea editoriale e le diverse tipologie di contenuti da usare, crea una sezione separata nel foglio di calcolo in cui hai salvato i titoli per il blog, e inserisci la scaletta che hai creato. In questo modo dovrai trovarti due schede: la prima puoi chiamarla “Blog”, la seconda “Social media”.

Impostazione del calendario editoriale

Ora puoi iniziare a costruire il tuo calendario editoriale. Inserisci nella tabella “Blog” le seguenti colonne:

  • Titolo dell’articolo
  • Sintesi dei contenuti (con eventuali link utili alla stesura)
  • Keyword principale
  • Categoria del blog (ed eventuale sotto-categoria)
  • Tag (facoltativo)
  • Data di pubblicazione
  • Note
  • Dati di monitoraggio raccolti da Search Console o altre piattaforme (numero di clic, visualizzazioni, ecc.).

Dato che hai già definito i titoli e le eventuali keyword, puoi già inserire una breve sintesi dei contenuti, la categoria/tag e il giorno di pubblicazione per ciascun articolo.

Calendario editoriale social media e blog

La tabella dedicata al calendario editoriale per i social media dovrà invece contenere le seguenti colonne:

  • Argomento
  • Riferimenti web (link ai contenuti oggetto del post o utili alla stesura)
  • Tipo di contenuto (es. articoli esterni/interni, rubrica mensile, ecc.)
  • Canali (Facebook, LinkedIn, ecc.)
  • Testi (da compilare con “OK” appena li hai pronti)
  • Immagini (idem come sopra)
  • Data di pubblicazione
  • Risultati raggiunti su ogni piattaforma (commenti, condivisioni, Like, ecc.).

Selezione dei contenuti social del primo mese

 A questo punto, dopo una pausa di almeno un giorno, riguarda il piano e fai le correzioni necessarie. Poi inizia a delineare i contenuti specifici dei social post: il mio consiglio è di partire dal primo mese di pubblicazione, prendendo spunto dall’argomento trattato negli articoli di blog in programma. Grazie alla strategia stabilita nella prima fase, costruire il tuo piano editoriale per i social sarà un processo molto più fluido e veloce. Procedi quindi con la definizione delle date di uscita di ogni post.

Hai quasi finito! Inserisci in agenda o nel calendario elettronico le date di pubblicazione per essere sicuro di non dimenticartele e programma i momenti dedicati alla stesura dei contenuti relativi al primo mese. Puoi già pianificare anche le prossime sessioni di pianificazione e scrittura dei materiali, suddividendole per ogni singolo mese.

Questa programmazione mensile ti permetterà di preparare il tuo piano editoriale per social e blog in modo rapido ed efficiente, senza restare indietro con il resto del lavoro o, viceversa, trascurare la tua comunicazione online. Pronto a iniziare?

Leave a reply